Parole e retine

 mamaVorrei conoscere tutte le parole del mondo e avere il coraggio di usarle quando penso che la mamma è ignifuga. La mamma non deve lamentarsi, avere sete, sonno, fame, voglia di una doccia senza timer, voglia di lavorare, bisogno di non fare tutto di corsa, vivere in una casa pulita, delegare qualche volta. La mamma non ha esigenze personali e se sopraggiungono queste vengono alle mani con i sensi di colpa.

Amare la propria creatura e nello stesso tempo aspirare ad esistere è considerato qualcosa di buffo e contro natura. Allora vengono a galla dalle viscere tutte le parole inopportune che mi sono state rivolte: ‘Come, non lo sai che quando si diventa mamma finisce tutto?’; ‘Fare la mamma vuol dire sacrificarsi e basta’; ‘Sei molto trascurata! Hai un marito ancora giovane dovresti curarti un po’ di più’; ‘Hai viziato tua figlia alle tue braccia’.La lista è lunga e mi chiedo perché, perché essere madre vuol dire essere così sole e osteggiate come persone. Le donne non sono tutte uguali, perché le mamme dovrebbero esserlo?Darei la vita per mia figlia, ma credo che lei preferisca crescere serenamente con una madre soddisfatta della sua vita.

Per quanto uno possa ignorare certe parole, queste ti rimangono addosso, ti si appiccicano come le etichette sui vasetti di vetro e non c’è acqua calda che tenga per farle andare via. Ci vorrebbe una retina o una paglietta per grattare il tutto dall’anima. Se qualcuno che mi legge la possiede, per favore mi dica come posso procurarmela.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...