Canto le strisce

NotteNOCanto, da quando è nata la pupa canto. Chi lo avrebbe mai detto? Perché io proprio no! Canto di tutto, collego la gola alla follia in rima e canto. Alcune canzoncine sono di forte impatto e le uso per calmarla, farla divertire, segnalare il momento del bagnetto e per addormentarla, beata la mia pupa che dorme quando vuole. Che le vuoi dire? Ha ragione, uno dorme quando ha sonno, sempre se non è la mamma.

Questi occhi miei hanno traghettato albe e tramonti, piogge notturne, silenzi sconfinati e città ancora languide di sonno. Queste mie braccia hanno cullato un peso sempre più deciso, una forza sempre più caparbia, una patata sempre più furba. Notti grondanti di sonno, fredde e disperate capaci di scorrere tra quattro e più risvegli e sembra impossibile essere ancora in piedi, non è un miracolo è lei e solo per lei.

Notti difficili, solitarie e disperate che mi hanno fatto crescere, capire che c’è sempre da lavorare su se stessi, per non sbroccare, per evitare di essere tenera preda per le fauci dei sensi di colpa, per non lamentarmi, per essere una buona persona. Proprio in queste notti ho conosciuto il mondo a strisce, tra una persiana e l’altra ho trovato scavando nella mortale e putrescente persona la forza, la bellezza e la voce per cantare.

Pupa che mi fai fare?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...