Si legge

letture 2

Nonostante la Pupa, io a leggere ci provo ancora. Quasi mi vergogno del ritmo lento, lentissimo di questo periodo. Io, proprio io che i libri li macinavo con costanza e impegno.

I libri sono stati i miei migliori amici, non mi hanno mai tradito e ci sono sempre stati quando avevo bisogno di loro. Alcuni mi hanno fatto male, altri mi hanno fatto ridere, crescere, stupire, immaginare, evolvere.

Proprio per questo, ora il desiderio più trasgressivo, sconcio e libidinoso è un’orgia con i libri.

Ecco alcuni testi che al momento dominano il comodino – dopo il biberon di acqua e la citronella – io ne leggo sempre più di uno alla volta. Lo so, sono avida.

Il primo è un prestito del Papo, amante dell’autore: La stanza del vescovo di Piero Chiara.

Il secondo è un regalo del Papo, che mi conosce molto bene: Taccunino di Talamanca di E. M. Cioran.

L’ultimo è una rilettura di un libro che mi accompagna dal 2001: Yoga Ratna. Il gioiello dello Yoga di Gabriella Cella Al-Chamali.

 

Voi cosa e quanto leggete?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...