Prima e dopo

bimbiPrima ero una donna forte, capace di resistere e non lacrimare alla visione di certe cose. Stupri, carestie, attacchi suicidi, rastrellamenti, epidemie, violenze e povertà mi facevano stare male, ma era un male ‘gestibile’ nel limiti del possibile.

Poi si diventa mamma e tutto ciò è intollerabile, lancinante, doloroso, inconcepibile, folle.
Piango discretamente alla visione delle splendide foto di Muhammed Muheisen.
Forse è anche questo diventare mamma, scoprirsi più fragili e sorprendersi più forti.
Pupa mia sei fortunata, hai una casa, cibo, una famiglia che ti ama e che per quanti errori possa fare la tua mamma hai tutte le possibilità aperte. Il mondo è tuo, perdona chi è venuto prima di te per come te lo ha lasciato!

Bambini, salvate i bambini, salvate l’umanità che genera calore, salvate l’acqua che disseta la terra, salvate la terra che sostiene i vostri passi, proteggete l’aria che pettina i pensieri e spettina i capelli.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...