Il gioco

83288282_10157865415789932_6275655257699647488_oVolano.
Da qui sembrano contenti, ma anche molto seri nel comporre inconsapevolmente figure e danze affascinanti.
Sono il mazzo e le singole carte insieme.
Sono la danza e il danzatore.
Sono il pensiero e il non-pensiero.

C’è nebbia in questo altrove eppure l’aria è limpida e non pesa.
Respiro forte e mi faccio visione.
Sono molto affaccendati nel seguire un ritmo che forse ho intercettato con un sorriso, ma di fatto non saprei ripeterlo, solo eseguirlo.

Fanno rumore lassù a starci in mezzo deve essere assordante.
Credo se la godano in questo non sentire niente sentendo tutto.

E per un buffo e azzurro caso arriva Julio con il suo carico di coaguli e il “bisogno di estirparsi a colpi di parole.”

Non so se a mescolare il mazzo un angelo o il caso sia stato,
se a giocare sono io o le carte.

Il gioco da Ultimo round di Julio Cortazar

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...