Cézanne e nove mesi

9 mesi‘Cézanne afferma: il paesaggio si pensa in me e io sono la sua coscienza’.

Spesso guardo lontano, sia avanti che dietro, mi serve per situarmi, per dirmi che oggi è oggi.
Oggi nove mesi di pupa.
Oggi che guardo indietro e mi dico ‘sembra ieri’.
Oggi che guardo avanti e mi dico ‘forza che siamo in gamba!’
Oggi guardo le sue coscette di pollo, i suoi capelli che – finalmente – crescono, i suoi quasi quattro denti, la sua schiena diritta, il suo respiro regolare quando dorme, i suoi piedini parlanti, la sua curiosità genuina, i suoi paleogattonamenti e mi commuovo. Sei bella pupa.

Oggi che con chili in meno, capelli bianchi in più, preoccupazioni costanti, i piedi più lunghi, la schiena dolorante e milioni di cose importantissime da fare, oggi sono troppo impegnata a farti le puzzete sulla pancia. Oggi siamo pari, nove mesi dentro e nove mesi fuori, da domani sei un po’ di più del mondo.

Perché si sappia, da nove mesi notte e giorno comandi tu.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...