Fedeltà e opacità

opacoFedeli alla linea, anche quando non c’è
Un mantra.
L’unica direzione possibile al momento è proprio essere fedele alla linea, soprattutto ora che non c’è.
Ci sono scatoli da trovare e riempire, bocche da cucire, misure da prendere, braccia per amare, sorrisi da scartare, Ikea da consultare, voce calma, risposte ubbidienti, domande da formulare, docce immaginarie, volture da stratega… insomma si trasloca.
Per traslocare non esiste un momento ideale nella vita di una coppia di freelance con pupa al seguito e pile di libri, dischi e sogni da organizzare.

Io ho un ritmo, una sequenza di azioni collaudate che permette alla casa e alla vita di girare e un trasloco le spezza, le rimanda, le modifica, le interrompe.
Tutto è opaco, poco brillante (sarà la polvere!) confuso e malinconico per il tempo che passa veloce.
Osservo le mura di questo ‘quarto piano senza ascensore’ che ci accingiamo a lasciare e sospiro per la vita che ha accolto e visto nascere, per la metamorfosi che ho compiuto da capellona-tatuata-con-il-naso-importante a moglie-mamma-capellona-tatuata-con-il-naso-importante.
Non tornerei mai indietro, amo chi mi accompagna oggi, ma lascio e saluto per sempre ciò che ero. Traslocare per me oggi vuol dire dire addio ad un pezzo di me.

Annunci

3 pensieri su “Fedeltà e opacità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...